Parkinson

Secondo la “Legge di Parkinson“, espressa da Cyril Northcote Parkinson nel suo pamphlet “The Economist” del 1955, «..il lavoro si espande sino ad esaurire il tempo disponibile a completarlo..». Si tratta di una umoristica critica alle organizzazioni basate sulla burocrazia, il cui corollario, infatti, è: «..i dati si espandono sino ad esaurire la capacità di loro archiviazione..».